PIETRA OLLARE LISCIA 60x40cm


Prezzo:
Prezzo scontato€45,90 EUR

IVA compresa I costi di spedizione vengono calcolati al checkout

Stock:
Esaurito

Descrizione

Pietra ollare rettangolare

Dimensioni: 60 x 40 cm 
Spessore: 2 cm
Peso: 13,80 kg 

  

Le pentole in pietra ollare ci riportano agli albori della storia della cucina, quando ancora i metalli non venivano utilizzati per le cotture. Oggi come allora, grazie alle sue particolari proprietà termiche, la pietra ollare rimare uno strumento ideale di cottura. Si riscalda lentamente in modo uniforme, cuocendo gli alimenti con tutta la sua superficie e non solo con il fondo. Una volta raggiunta la temperatura ottimale la mantiene con poca energia e tolta dal fuoco si raffredda altrettanto lentamente, conservando il cibo caldo per lungo tempo. La sua immunità all'azione degli acidi alcalini ne mantiene inalterata la composizione, rendendola perciò inodore e insapore. Il gusto degli alimenti viene così esaltato in maniera naturale, preservandone allo stesso tempo tutte le qualità nutritive.


IL TRATTAMENTO DELLA PIETRA OLLARE 
Prima di poterla usare in cucina, la pietra ollare va sottoposta ad un trattamento preventivo. Questo trattamento va dato solo all'inizio e non occorre ripeterlo: l'uso stesso della pietra ne perpetuerà la manutenzione.
Per la prima volta ungere bene la pietra da ambo le parti con olio d'oliva e attendere l'assorbimento (circa 12 ore), scaldare poi la pietra lentamente, aggiungendo altro olio se necessario, fino alla massima temperatura per circa mezz'ora. 

-----------------------------------------------------------------------------------------------

La pietra ollare o steatite possiede una forza primitiva che si percepisce subito, prendendo in mano tale materiale. Questo contatto trasmette tranquillità, calore, sentimento. La superficie della pietra ollare è di colore grigio naturale, creata dalla natura, possiede la capacità mistica di sopravvivere al tempo, al fuoco e al gelo.

All'inizio della storia, 2 miliardi di anni fa, quando non c'erano ancora i dinosauri, i continenti iniziarono lentamente ad assumere le loro forme. Le piattaforme continentali galleggiavano e scontrandosi, in conseguenza alla loro deriva, formavano così falde montane di enormi dimensioni, schiacciando le rocce ricche di magnesio e talco. Sotto l'influsso di potenti spinte ed alte temperature nacque a molti chilometri di profondità la pietra ollare. Questo processo che si sviluppò in milioni di anni diede alla steatite delle caratteristiche non riproducibili artificialmente.

Questa materia che si lascia lavorare con facilità ha una conduzione termica circa 8-10 volte maggiore rispetto al materiale refrattario. Il suo peso specifico è circa due volte quello dei mattoni refrattari tradizionali e la sua capacità di accumulare calore è circa due volte e mezzo maggiore. La pietra ollare è resistente al fuoco e non si deteriora alle alte temperature. 



CONSIGLI: 
- Non porre mai la pietra ollare a contatto diretto con la fiamma, ma usare sempre una piastra radiante in ghisa per la diffusione del calore, anche su fonti diverse dalla fiamma.
- A pietra fredda usare sempre all'inizio una fiamma o altra fonte di calore bassa. Non pretendete mai di sforzare il riscaldamento in poco tempo, servono circa 30-45 minuti.
- Non bagnare la pietra calda con acqua fredda o appoggiare la pietra calda su superfici fredde e lisce (piano di marmo o acciaio).
- Non appoggiare mai la pietra fredda su superfici lisce troppo calde (piano del forno, ecc.) ma usare sempre un diffusore in ghisa. 
- Lavare la pietra quando è a temperatura ambiente con acqua tiepida e prodotti naturali (aceto, sapone neutro, ecc.)

Avvisiamo che le pietre ollari/laviche sono molto delicate; per proteggerle al meglio durante il trasporto produciamo un telaio in legno su misura. Per la produzione di questo telaio in legno necessitiamo di una settimana in più prima di poter procedere con la spedizione dell'articolo. 

Potrebbe interessarti anche

Visti di recente